Presidio Sanitario San Camillo
Ubicato sulle prime propaggini della collina torinese, il grande polmone verde che dà respiro a tutta la città, l’ospedale gode di un panorama che spazia sulla catena alpina dal Monviso al Monte Rosa, sulla collina di Superga e tuttavia è vicinissimo al centro cittadino che si stende ai suoi piedi.
La fisioterapia è una branca della medicina che si occupa di prevenzione, cura e riabilitazione dei pazienti affetti da patologie o disfunzioni congenite o acquisite in ambito muscoloscheletrico, neurologico e viscerale...
Il reparto di Radiologia ospita l’unità di Diagnostica per immagini, settore dedicato alla produzione e alla lettura di immagini a scopo diagnostico, ottenute mediante l’utilizzo di radiazioni ionizzanti e non ionizzanti...
Il DH VEGA, operativo nel Presidio dal 2003, prende in carico soggetti con Disturbi dello Spettro Autistico e si occupa di...
 

Il presidio da anni ha realizzato un percorso riabilitativo specifico per le persone affette da questa malattia neurodegenerativa.

News & Eventi
In questa sezione vengono proposte le ultime novità e le iniziative che il Presidio sanitario San Camillo promuove sul territorio per la formazione e per l'informazione
18 luglio 2019
Open Day del “Corso di alta formazione in Neuropsicologia dell’età evolutiva e disturbi del neurosviluppo”

L'appuntamento, in programma lunedì 9 settembre dalle 21 alle 22.30, illustrerà le modalità del corso, che si terrà da marzo 2020 ad aprile 2021. Ai partecipanti è richiesta la prenotazione via mail

10 luglio 2019
Il Bilancio Sociale 2018: tante storie per raccontare come opera concretamente il San Camillo

Sarà presentato il 18 settembre. Sottolinea il Direttore generale Marco Salza: "Abbiamo scelto di evidenziare ciò che ci caratterizza: la stretta collaborazione tra i servizi quando si prendono cura di un malato"

04 luglio 2019
"Letture in corsia" è stato un successo tra i pazienti al San Camillo: libri, discussioni e voglia di stare insieme

L'iniziativa, gestita dalle volontarie del servizio civile insieme con il Circolo dei Lettori, ha radunato ogni venerdì dalle 15 alle 20 persone sotto il gazebo. L'idea è quella di ripartire dopo l'estate