La formazione al San Camillo: una proposta a 360° per stare al passo con i tempi

2019-03-27
La formazione al San Camillo: una proposta a 360° per stare al passo con i tempi

La formazione è uno degli aspetti fondamentali dell'attività sul territorio del Presidio Sanitario San Camillo a Torino. La struttura, oltre a essere un punto di riferimento per quanto riguarda la riabilitazione per patologie neurologiche e ortopediche e per la diagnostica per immagini, lo è anche per quanto riguarda l'attivazione di corsi che consentano agli operatori del settore di essere sempre aggiornati.

L'ideazione e la proposta degli eventi è curata dei responsabili per la formazione del Presidio Sanitario. Vengono ospitati dalla stessa struttura, nella sala Convegni che si trova al terzo piano, oppure sono organizzati in collaborazione con altre realtà di Torino. I corsi vedono la partecipazione di professionisti che aiutano i partecipanti ad approfondire gli argomenti messi a tema. E molti degli appuntamenti offrono anche la possibilità di accumulare crediti Ecm.

Un esempio di questa attività sul territorio è il corso “Organizzazione aziendale della continuità assistenziale”, strutturato in cinque momenti, il cui scopo è quella di proporre un modello di formazione concreta e fruibile nella prassi quotidiana, in modo da formulare possibili suggerimenti per un miglioramento organizzativo. Cominciato il 19 febbraio, la seconda data del corso è fissata per martedì 2 aprile, presso l'ospedale Molinette, in corso Bramante 90 a Torino.

A questo link trovate le informazioni complete e le modalità per iscriversi.

Appuntamento mercoledì 18 settembre, alle 9.30, nella sede in strada Santa Margherita 136. Interverranno le persone che hanno contribuito nel 2018 con il loro operato alla vita del Presidio Sanitario

Il documento è stato presentato ufficialmente mercoledì 18: le parole di stima delle autorità, la testimonianza diretta dei protagonisti e la firma di Riccardo, il ragazzo autistico che torna al Presidio per lavorare

Spiega il dottor Barberis, membro del Comitato scientifico che ha redatto l'edizione 2018 del San Camillo: "È un modello operativo per le aziende pubbliche che intraprendono un percorso di rendicontazione sociale"

Il racconto del 2018 non è solo numerico ma guarda ai "valori intangibili": Umano, Intellettuale, Sociale/Relazionale, Naturale ed Economico Finanziario/Organizzativo