“Corso di alta formazione in Neuropsicologia dell'Età Evolutiva e Disturbi del Neurosviluppo: dalla teoria alla pratica clinica”

2019-07-01
“Corso di alta formazione in Neuropsicologia dell'Età Evolutiva e Disturbi del Neurosviluppo: dalla teoria alla pratica clinica”

illustrazione di Valeria Tomasi

Presentazione del corso

In tempi relativamente recenti, contestualmente all’evoluzione esplosiva delle conoscenze in ambito neuroscientifico, è stato possibile osservare un progressivo movimento di affermazione delle discipline che studiano la neuropsicologia dell’età evolutiva in quanto corpo dottrinale autonomo rispetto ai più numerosi e affermati studi che riguardano il mondo dell’adulto e dell’anziano.

Di conseguenza, a fronte di un sapere sempre più raffinato e concreto, è particolarmente avvertita l’esigenza di contestualizzare le conoscenze in ambito clinico, riguardanti sia gli aspetti diagnostici sia quelli attinenti alle possibilità di recupero, rappresentate soprattutto dalle tecniche riabilitative. In tale ottica nasce il “Corso di Alta Formazione in Neuropsicologia dell’Età Evolutiva e Disturbi del Neurosviluppo” che individua il proprio principale obiettivo nell’offrire conoscenze e suggerimenti finalizzati alla pratica clinica per una presa in carico integrata del minore.

La scelta di destinare, e pertanto limitare, la proposta formativa a Medici e Psicologi si giustifica sulla base di un’esigenza di individuare il focus nel management clinico, includendo sia aspetti inerenti alla formulazione diagnostica ed alla progettualità terapeutica, sia aree relative alla gestione di immancabili criticità familiari, scolastiche e socio-ambientali. Il Corso è dunque stato pensato come un percorso formativo multidisciplinare integrato tenendo conto del funzionamento neuropsicologico in età evolutiva e delle possibili manifestazioni di disturbo e psicopatologia.

La scelta dei docenti è stata altresì pensata per un ampio confronto fra i vari ambiti della neuropsicologia dell’età evolutiva e dunque poter integrare ricerca scientifica, intervento clinico ed aspetti sociali e normativi.

Programma

10 moduli, 120 ore di lezioni frontali, strumenti diagnostici e pratica operativa con materiale audiovisivo e attività laboratoriali; attività di supervisione casi sia in individuale che di gruppo, anche online. Si prevede un bonus di un’ora di supervisione su un caso clinico da concordare anche successivamente alla chiusura del Corso. La direzione si riserva di apportare eventuali variazioni relative a docenti e date.

Obiettivi formativi

Fornire una conoscenza clinica e scientifica integrata di tipo neurocognitivo e psicosociale solida ed ampia, che permetta il corretto utilizzo di strumenti nell’area dell’Età Evolutiva e dei Disturbi del Neurosviluppo. L’insegnamento di una presa in carico completa dei bambini, adolescenti e del loro sistema familiare e sociale: dal riconoscimento delle difficoltà alla valutazione (attraverso l’utilizzo di strumenti specifici) al fine di pianificare un intervento abilitativo-riabilitativo integrato. 

ECM

È stato richiesto l’accreditamento di 50 crediti ECM per il 2020 e 50 per il 2021 per Medici e Psicologi. L’attestato ECM sarà rilasciato solo ed esclusivamente ai partecipanti che avranno superato il questionario di apprendimento e che avranno raggiunto la soglia minima di partecipazione (90% di frequenza).

Responsabile scientifico

dott.ssa Patrizia Gindri

Progettista del Corso (Direttori Didattici)

dott.sse Manuela Rogina e Patrizia Gindri

I docenti del Corso sono costantemente affiancati dal Direttore Scientifico e/o Didattico del Corso con la funzione di coordinare e monitorare i partecipanti nell’apprendimento dei contenuti dei singoli moduli.

Docenti

Maurizio Arduino

Psicologo Dirigente in ruolo nel Servizio Sanitario Nazionale. Psicologo Dirigente, Responsabile Coordinamento Attività sull’autismo ASL 15, 16 e 17 Regione Piemonte. Coordinatore attività per l’autismo presso l’ASL CN1 di Mondovì. Condirettore della rivista “Autismo e Disturbi dello sviluppo”. Fa parte del gruppo di lavoro istituito dalla Regione Piemonte per l’autismo. Membro del comitato scientifico di ANGSA, di Autismo Italia e del Progetto Autismo PRIA della Regione Emilia Romagna. È Professore per l’insegnamento “Handicap e Riabilitazione” presso la Scuola di Specializzazione in Psicologia della Salute dell’Università di Torino.

Cesare Cornoldi

Professore Ordinario di Psicologia dell’Apprendimento professore di Psicologia Generale presso la facoltà di Padova. Responsabile del laboratorio di memorie di apprendimento del dipartimento di Psicologia dell'Ateneo, dirige progetti di ricerca sperimentale nell'ambito della Psicologia Cognitiva. Presidente AIRIPA.

Chiara Davico

Medico Chirurgo specialista in Neuropsichiatria Infantile, Ricercatrice (a tempo determinato) presso Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatrica. Docente presso Corso di Laurea in terapia della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva di Torino.

Chiara Gagliardi

Neuropsichiatria Infantile e Psicoterapeuta Età Evolutiva, svolge attività clinica, riabilitativa e di ricerca in ambito neurocognitivo e neuroriabilitativo, con particolare interesse per i disturbi dello sviluppo cognitivo e dell’apprendimento non verbali e ai quadri di disabilità neuromotoria e sindromici. Responsabile di attività di formazione in team anche multi professionali anche con accreditamento DSA. Docente in corsi universitari, Master di I e II livello sui Disturbi dell’Apprendimento e i Disturbi di Sviluppo. Svolge attività di progettazione e realizzazione di servizi integrati in ambito socio-sanitario. Autrice di pubblicazioni di livello internazionale su riviste indicizzate e di capitoli di libri.

Marina Gandione

Neuropsichiatra Infantile. Docente presso il Dipartimento di Scienze pediatriche e dell’Adolescenza e Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche dell’Università degli Studi di Torino. Ex Responsabile della Sezione Piccoli del reparto di degenza della sezione di Neuropsichiatria infantile presso il Dipartimento di Scienze Pediatriche e dell’Adolescenza dell’Università degli Studi di Torino dove era coordinatrice del gruppo di lavoro per la diagnosi dei Disturbi dello Spettro dell’Autismo e del gruppo di lavoro per i Disturbi Alimentari su base non organica nei pazienti preadolescenti ed i relativi ambulatori.

Geninatti Neni Giovanni

Neuropsichiatra Infantile. Ex Responsabile dell’unità operativa territoriale specializzata per la “diagnosi e presa in carico dei disturbi pervasivi dello sviluppo” dell’ASL TO 1. Consulente Neuropsichiatra presso il Presidio Sanitario San Camillo.

Marco Gilardone

Specialista in Foniatria e Audiologia. Professore a contratto, Corso di laurea in Logopedia, Università degli Studi di Milano. Responsabile del Servizio di Foniatria, Audiologia, Dipartimento di Scienze Riabilitative, Casa di Cura del Policlinico di Milano. Consulente CPL Rivoli.

Patrizia Gindri

Psicologa-psicoterapeuta. Responsabile del Servizio di Psicologia del Presidio Sanitario San Camillo di Torino. Docente a contratto del Dipartimento di Psicologia. Docente del Master Universitario “Autismi “. Docente presso la Scuola di Specializzazione di Psicologia della Salute e nella Scuola di Specializzazione in Neuropsicologia.

Daniela Lucangeli

Professore ordinario di psicologia dello sviluppo presso l’Università di Padova. Presidente dell’Associazione per il Coordinamento Nazionale degli Insegnanti Specializzati (CNIS) e membro di numerose associazioni di ricerca nazionale e internazionale (IARLD, AIRIPA, AIP-Sviluppo). Componente Comitato Scientifico European Agency for Development in Special Needs Education. Componente del Comitato Tecnico Scientifico, presso il Ministero della Pubblica Istruzione, che ha elaborato la Legge 170/2010 “Norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. Dipartimento di Psicologia UNIPD. Presidente nazionale CNIS.

Luigi Marotta

Logopedista e formatore presso l’IRCSS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Santa Marinella. Vicepresidente dell’Associazione Scientifica Italiana Logopedisti. Direttore del Master di Logopedia clinica in età evolutiva dell’Università LUMSA di Roma. Direttore della rivista «Logopedia e Comunicazione» e della Collana Logopedia in Età Evolutiva. Docente Accademia di Neurosviluppo, Parma. Membro della I Consensus Conference Nazionale 2018 Federazione Logopedisti Italiani e CLASTA per le “Linee Guida sui Disturbi Evolutivi Specifici di Linguaggio”.

Simona Moschini

Psicologa-Psicoterapeuta. Collaboratrice e docente presso l’Università di Torino per la Facoltà di infermieristica, consulente tecnico d’ufficio (C.T.U) per il Tribunale di Torino e CTP, psicologa convenzionata in qualità di esperto ex art.80 per l’osservazione scientifica della personalità, del trattamento e dei “nuovi giunti” per il Ministero di Grazia e Giustizia, docente per Enti di formazione. Operatrice sociale esperta rationae in ambito delle Commissioni Medico- Legali dell’INPS. Consulente CPL Rivoli.

Anna Maria Re

Psicologa. Docente presso ilDipartimento di Psicologia dell’Università degli studi di Torino. Socio GATE- Italy. Membro del direttivo dell’associazione CNIS. Socio AIRIPA. Socio AIDAI. Socio IARLD.

Manuela Rogina

Psicologa Psicoterapeuta esperta in Neuropsicologia dell’Età Evolutiva. Socio fondatore e responsabile CPL Rivoli. Conduce numerose attività di formazione sui DSA rivolte a insegnanti e clinici. Membro del Gruppo di Lavoro dell’Ordine degli Psicologi del Piemonte DSA e BES.

Barbara Sini

Ricercatrice Universitaria presso Dipartimento di Psicologia di Torino. Psicoterapeuta analista SIPI. Socia fondatrice di Ludis S.r.l, spin-off accademico per la ricerca e interventi sui disturbi dell'apprendimento.

Danila Siravegna

Tnpee. Coordinatrice Servizio di Riabilitazione NPI Città della Salute e della Scienza di Torino, Ospedale Regina Margherita. Tutor e Docente presso Corsi di Laurea Triennali per le discipline inerenti la Riabilitazione Psicomotoria in età evolutiva. Esperta nella valutazione e nel trattamento delle principali patologie del neurosviluppo, in particolare dei Disturbi della Coordinazione Motoria, nell’area prassica, visuo-percettiva e visuo-spaziale, e della loro correlazione con le problematiche dell’apprendimento e dello sviluppo neuropsichico.

Luogo

Presidio Sanitario San Camillo Strada S. Margherita, 136 Torino
Periodo del corso: MARZO 2020 – APRILE 2021
Orari: al venerdì pomeriggio (parte teorica) 13-18
e tutta la giornata del sabato (strumenti 9-13 e metodologia di intervento 14-18).
OPEN DAY: 9 settembre 2019 presso il Presidio Sanitario San Camillo dalle 21 alle 22:30,
previa prenotazione tramite e-mail (p.gindri@h-sancamillo.to.it e manuela.rogina@libero.it)

Modalità d’iscrizione

È prevista una valutazione delle candidature attraverso l’analisi dei CV per l’ammissione al Corso. La quota di iscrizione è pari a euro 2400 (iva compresa) da versare anche in tre rate (1000 euro prima rata, 700 euro seconda e terza rata). È prevista una riduzione a 2200 euro (iva compresa) per gli iscritti che formalizzeranno l’iscrizione entro il 15/01/2020, per gli ex tirocinanti del San Camillo da versare anche in tre rate (1000 euro prima rata, 600 euro seconda e terza rata).

Segreteria organizzativa

Giorgina Giolito e Alessia Donati (Presidio Sanitario S. Camillo).
Pagamento attraverso bonifico bancario Fondazione Opera San Camillo BANCA PROSSIMA S. P. A. IBAN IT72V0335901600100000073035.

Inviare la scheda d’iscrizione all’indirizzo: segreteria.formazione@h-sancamillo.to.it

Sottolinea il dottor Cerrato: "Al San Camillo seguiamo pazienti che devono recuperare interamente la funzionalità del sistema dell'equilibrio oppure che devono trovare la migliore qualità di vita possibile"

L'appuntamento, in programma lunedì 9 settembre dalle 21 alle 22.30, illustrerà le modalità del corso, che si terrà da marzo 2020 ad aprile 2021. Ai partecipanti è richiesta la prenotazione via mail

Da marzo 2020 ad aprile 2021 Corso Alta Formazione In Neuropsicologia dell'età evolutiva e disturbi del neurosviluppo: 120 ore frontali accreditamento ECM

Sarà presentato il 18 settembre. Sottolinea il Direttore generale Marco Salza: "Abbiamo scelto di evidenziare ciò che ci caratterizza: la stretta collaborazione tra i servizi quando si prendono cura di un malato"