"Alta formazione in Neuropsicologia dell'età evolutiva e Disturbi del Neurosviluppo: dalla teoria alla pratica clinica": ecco il corso

2019-10-04

I disturbi del neurosviluppo relativi all’età evolutiva caratterizzano il vissuto di molti bambini e delle loro famiglie. Queste, sempre più di frequente, si trovano a dover rispondere nella maniera più adeguata alle esigenze concrete che i bambini manifestano negli apprendimenti a scuola o in ambiente domestico con forti influenze emotivo-relazionali. Affinché, con gli anni, non si intenda correre il rischio di andare incontro all’aggravarsi di tali problematiche, si esprime oggi il bisogno di un occhio clinico quanto più esperto nel settore ed un attento lavoro in rete. Contestualmente, sono sempre di più i ricercatori che rivolgono il proprio interesse di studio ai temi riguardanti il Neurosviluppo e il loro lavoro sta portando a suggerire sempre maggiori possibilità di intervento clinico, adatte alla fruizione dei Professionisti più preparati.

È in risposta a questa specifica e, quanto mai sentita, esigenza da parte di utenti ed operatori che nasce il corso di Alta Formazione in Neuropsicologia dell'età evolutiva e Disturbi del Neurosviluppo: dalla teoria alla pratica clinica, volto a fornire una preparazione elitaria rivolta a professionisti impegnati nell’ambito dello Sviluppo. Il corso si rivolge, infatti, esclusivamente a medici, psicologi e dottori magistrali in Psicologia al fine di garantire una formazione di grado superiore rispetto a quella che si potrebbe fornire a un pubblico più ampio.

Verranno affrontate in maniera specifica diverse tematiche riguardanti l’età evolutiva: temi più comuni come i Disturbi dello Spettro Autistico o i Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), saranno integrati con altri più peculiari come la Psicofarmacologia, la Plusdotazione e i Disturbi Non Verbali. I moduli didattici saranno opportunamente introdotti dai maggiori esperti nei rispettivi campi. Il professor Cornoldi, il dottor Marotta o la professoressa Lucangeli sono solo alcuni dei nomi più noti di cui il corso vanta la collaborazione, ottenendo anche il patrocinio di AIRIPA (Associazione Italiana per la Ricerca e l'Intervento nella Psicopatologia dell'Apprendimento).

Con lo spirito di poter offrire a ogni studente una preparazione individuale che sia quanto più olistica e approfondita, si mira a trasmettere una metodologia riabilitativa più adatta e comprensiva rispetto alle specifiche difficoltà manifestate dall’assistito. Il clinico, così formato, sarà fornito delle competenze necessarie a una presa in carico globale della persona in crescita: potrà quindi agire tanto nella sfera cognitiva, quanto in quella sociale ed emotiva, garantendo una gestione trasversale in grado di rispettare la complessità della persona in quanto tale.

Oltre alle 120 ore destinate alle lezioni frontali, gli iscritti potranno usufruire di attività laboratoriali e ore dedicate alla supervisione di gruppo o individuale, il tutto svolto presso la struttura ospedaliera ospitante San Camillo di Torino in collaborazione con CPL Rivoli. Tutte le attività previste saranno coordinate e supervisionate dai direttori didattici del corso: la dottoressa Manuela Rogina e la dottoressa Patrizia Gindri (direttore scientifico).

 

Per avere tutte le informazioni aggiornate, visita ora la pagina del corso di Alta formazione in Neuropsicologia dell'età evolutiva e Disturbi del Neurosviluppo

 

 

Il corso, che si tiene dal 15 al 17 novembre, è rivolto ai fisioterapisti. Lo scopo è quello di introdurli al metodo Pilates, basandosi su valutazione e trattamento degli squilibri muscolari

Lunedì 11 novembre a Update for lunch ci sarà un aggiornamento sul progetto TUTTI (Turin to Tbilisi), che riguarda la collaborazione tra San Camillo e la missione camilliana in Georgia: dalle 12 in Sala convegni

Martedì 5 novembre è stata presentata la prima carrozzina a guida autonoma per lo spostamento del paziente. Il direttore generale Salza: "Si apre una sfida per capire quali siano le opportunità che ci offre"