Presidio Sanitario San Camillo
Ubicato sulle prime propaggini della collina torinese, il grande polmone verde che dà respiro a tutta la città, l’ospedale gode di un panorama che spazia sulla catena alpina dal Monviso al Monte Rosa, sulla collina di Superga e tuttavia è vicinissimo al centro cittadino che si stende ai suoi piedi.
La fisioterapia è una branca della medicina che si occupa di prevenzione, cura e riabilitazione dei pazienti affetti da patologie o disfunzioni congenite o acquisite in ambito muscoloscheletrico, neurologico e viscerale...
Il reparto di Radiologia ospita l’unità di Diagnostica per immagini, settore dedicato alla produzione e alla lettura di immagini a scopo diagnostico, ottenute mediante l’utilizzo di radiazioni ionizzanti e non ionizzanti...
Il DH VEGA, operativo nel Presidio dal 2003, prende in carico soggetti con Disturbi dello Spettro Autistico e si occupa di...
 

Il presidio da anni ha realizzato un percorso riabilitativo specifico per le persone affette da questa malattia neurodegenerativa.

News & Eventi
In questa sezione vengono proposte le ultime novità e le iniziative che il Presidio sanitario San Camillo promuove sul territorio per la formazione e per l'informazione
26 luglio 2019
Affrontare i disturbi dell'equilibrio per aver un corretto rapporto con il nostro corpo e con l'ambiente che ci circonda

Sottolinea il dottor Cerrato: "Al San Camillo seguiamo pazienti che devono recuperare interamente la funzionalità del sistema dell'equilibrio oppure che devono trovare la migliore qualità di vita possibile"

18 luglio 2019
Open Day del “Corso di alta formazione in Neuropsicologia dell’età evolutiva e disturbi del neurosviluppo”

L'appuntamento, in programma lunedì 9 settembre dalle 21 alle 22.30, illustrerà le modalità del corso, che si terrà da marzo 2020 ad aprile 2021. Ai partecipanti è richiesta la prenotazione via mail

10 luglio 2019
Il Bilancio Sociale 2018: tante storie per raccontare come opera concretamente il San Camillo

Sarà presentato il 18 settembre. Sottolinea il Direttore generale Marco Salza: "Abbiamo scelto di evidenziare ciò che ci caratterizza: la stretta collaborazione tra i servizi quando si prendono cura di un malato"